National workshop - Italy

Governance delle piattaforme e diritti fondamentali

Workshop nazionale

14 novembre 2022

Sala della Stampa Estera
Via dell’Umiltà, 83, 00187 Roma RM, Italy
La partecipazione da remoto è possibile registrandosi al seguente indirizzo:  https://unipd.zoom.us/meeting/register/tZckf–qqz4jE9OxFdwDPlZM2r6UHjNI1c6C

Programma

10.00 – 10.30 Apertura lavori e saluti istituzionali

10.30 – 11.00 Key note
Robin Mansell
Professoressa Emerita di New Media and the Internet, Department of Media and Communications, London School of Economics and Political Science

11.00 – 11.45 Presentazioni degli studenti delle Università di Padova e Salerno e commenti esperti
Introducono: Mauro Santaniello (Università di Salerno) e Claudia Padovani (Università di Padova)

Prima parte

  1. Digital services act – Irene Mumeni e Leonardo Daziani (Università di Padova)
  2. Digital markets act – Federica Longo ed Erika Miftakhutdinova (Università di Salerno)
  3. Artificial Intelligence act – Beatrice Antola (Università di Padova) e Giulia Martina Sarlo (Università di Salerno)

Commenti: Francesco Marrazzo (Direzione Studi, Ricerche e Statistiche, AGCOM)

Seconda parte

  1. European Declaration on digital rights and principles – Federica Longo e Giulia Martina Sarlo (Università di Salerno)
  2. Traduzione in italiano della Charter of human rights and principles for the Internet
    (elaborata dalla Dynamic Coalition nell’ambito dell’IGF) – Antonio Alaia (Università di Padova) e Gerardo Ferrantino (Università di Salerno)
  3. Pagina Wikipedia dedicata al Digital Constitutionalism – Enrico Fabris (Università di Padova)

Commenti: Edoardo Celeste (Università di Dublino) & Christian Ruggiero (La Sapienza Università di Roma)

11.45 – 12.00 pausa

12.00 – 13.30 Tavola rotonda multi-stakeholder
Modera:

  • Elisa Giomi (Consigliera AGCOM)
  • Angelo Luigi Baiguini (vice-presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti)
  • Arturo di Corinto (La Sapienza Università di Roma)
  • Mattia Fantinati (Camera deputati e MAG IGF)
  • Alessio De Luca ( Ufficio ProgettoLavoro 4.0 CGIL)
  • Erica Vaccaro  (ISOC giovani)
  • Riccardo Nanni (IGF giovani)
 

L’evento è riconosciuto per la formazione dei giornalisti

Governance delle piattaforme e diritti fondamentali

Nel volgere di pochi anni, la percezione sociale delle reti di comunicazione digitale, e in particolare delle grandi piattaforme online, è mutata radicalmente. Non più strumento di democratizzazione pacifica dell’intero pianeta, «una forza di libertà e democrazia», ma esse stesse produttrici di nuove minacce, che minano i due pilastri delle democrazie contemporanee: il libero mercato e la libera formazione delle opinioni politiche. La capacità delle piattaforme di introdurre dinamiche manipolative nei meccanismi del mercato digitale (attraverso posizioni dominanti e comportamenti anticoncorrenziali) e nei circuiti dell’opinione pubblica (mediante strumenti di computational propaganda o a causa di bias negli algoritmi e nelle basi di dati) è stata testimoniata da numerosi studi, inchieste e scandali recenti, e ha posto con chiarezza il tema di un esercizio, senza limiti né controlli, del potere digitale.

Il workshop nazionale “Governance delle piattaforme e diritti fondamentali” affronta queste tematiche con un approccio multistakeholder, che coinvolge studiosi, studenti, giornalisti, attori privati e policymakers. L’obiettivo del workshop è duplice. Da un lato, esso intende offrire uno spaccato del dibattito, nazionale e internazionale, sul rapporto tra piattaforme digitali e diritti fondamentali, anche in relazione ai recenti interventi regolativi a livello europeo. Dall’altro, esso mira a rilanciare, anche nel nostro paese, una discussione polifonica sulla tutela delle libertà e dei diritti digitali, seguendo l’insegnamento del Prof. Stefano Rodotà.

Il workshop è organizzato dall’Università degli Studi di Padova, dall’Università degli Studi di Salerno e da Sapienza Università di Roma, nell’ambito del progetto Jean Monnet European Media and Platforms Policy (EuromediAPP), con la collaborazione del Digital Constitutionalism Network, una rete di ricercatori europei che si occupa dei processi di costituzionalizzazione del cyberspazio attraverso attività di ricerca, didattica, divulgazione e advocacy.

Organizzatori

Università di Padova, Claudia Padovani
Università di Salerno, Mauro Santaniello
Università di Roma La Sapienza, Christian Ruggiero

In collaborazione con:

Digital Constitutionalism Network